Iscriviti alla newsletter   --->   ISCRIVIMI

LE 5 COSE DA FARE PER NON ABBUFFARSI DURANTE LE FESTE

536 Views 0 Comment

Eccoci qua! Finalmente riesco a pubblicare questo articolo. Non ci dormivo la notte quasi.

Mi dispiace un sacco che esca ora, dato che sarebbe stato più utile alle porte della Vigilia di Natale, per essere subito pronti, ma purtroppo la malattia ha vinto e mi ha costretto a posticipare il tutto.

 

Bene, come avete letto dal titolo oggi voglio parlare di un argomento molto soft (siamo in vacanza, stacchiamo il cervello, quindi cose semplici ahah) che, nonostante ciò, sono sicuro vi tornerà mooolto utile. Ah, quasi dimenticavo, vi è utile eccome e tra non molto! Cenone di capodanno vi dice niente? Bene, cominciamo.

 

Scommetto che a quasi tutti piace abbuffarsi come animali sotto le feste. Ma che bello è? Aspetti tutto l’anno di fare quella mangiata pantagruelica con i parenti, piena di cose deliziose e ne approfitti. Dici: “Ma si, è solo questa volta”. Poi arriva, ti riempi come un tacchino farcito e alla fine te ne penti, perché necessiti di ore per smaltire il tutto e ti ritrovi spaparanzato sul divano a perder tempo, in preda all’apatia. Non è una bellissima sensazione; credimi io lo so.

 

Ecco dunque un elenco di regole da osservare per godersi tutti i pranzoni/cenoni delle festività:

 

  1. “Mangia molto tra Natale e la Befana, poco tra la Befana e Natale”. Regola aurea, molto generalista. Questa perla me la disse mio nonno molti anni fa e bene o male è sempre valida. In soldoni suggerisce di mangiare bene/il giusto durante l’anno e se proprio vuoi fare uno strappo alla regola, sgarra, ma per un periodo di tempo limitato, ovvero 2 settimane, che paragonate alle 52 di un anno, non è per niente grave.
  2. “Di tutto un po’”: per dare soddisfazione a chi si è spaccato la schiena per preparare da mangiare, assaggia un po’ di tutto, senza soffermarti troppo su una sola portata (ho visto gente riempirsi di antipasti e non arrivare nemmeno al primo, cosa davvero brutta!). E poi pensaci, se ti abbuffi di una sola portata alla lunga perde il suo sapore e rischia di andarti in odio, senza contare che rischi di non avere più spazio per nient’altro. Magari non rimane spazio per quella cosa buonissima che sarebbe arrivata in tavola di li a poco. Quindi occhio!
  3. “Vacci piano con le salse”: certo le salse possono essere alla base di alcune pietanze, ma non di tutte, ne sono sicuro! Perciò se puoi evita di coprire ogni cosa con quella salsina deliziosamente grassa! Assapora il vero gusto della pietanza; è sicuramente migliore.
  4. “Vai con calma”: questo vale sempre. Non correre, nessuno ti vuol portare via il cibo dal piatto. Mastica piano e deglutisci. Assapora il boccone mentre lo senti scendere giù per la gola e prosegui.
  5. “Devi desiderarne ancora”: cosa significa? Significa che è sbagliato mangiare qualcosa finché non ne abbiamo più voglia, dovremmo invece fermarci prima. Devi fermarti quando hai ancora un pizzico di fame (che molto spesso si chiama voglia). È meglio quella sensazione che sentirsi esplodere, fidati di me.

 

Bene. Questi erano i 5 suggerimenti che mi sentivo di darti. Segui queste 5 linee guida e vedrai che ti godrai tutti i tuoi pasti durante le feste e non rischierai di star male per niente.

 

Ah, se hai qualche suggerimento da darmi che non è presente in questo elenco scrivilo pure nei commenti.

Sono sicuro mi tornerà utile.

 

Buone Feste, ci si vede nel 2017.

 

A prestissimo,

Riccardo.